Dizionario Parapsicologico


Agiografia
In varie religioni, letteratura che tratta la vita di uomini distinti per santità e virtù.


Aldilà – Dimensione
Il problema dell’aldilà è problema filosofico-religioso e, come tale, negli studi sul paranormale, è affrontato quasi soltanto dallo spiritualismo nelle sue due diramazioni religiosa e scientifica. In tutti i tempi le religioni hanno espresso concezioni sulla vita dopo la morte e l’aldilà. Nel campo del paranormale troviamo spesso trattato questo tema nei messaggi medianici che vengono trasmessi dai sensitivi in trance durante le sedute spiritiche e, più di recente, anche nelle descrizioni di chi è stato in coma o ha subito l’arresto cardiaco, e in questa condizione ha “visto” o “sentito” qualcosa. Le descrizioni dell’aldilà che ricorrono nei messaggi medianici sono molto varie tra di loro e questa varietà sembra dovuta alla diversa situazione in cui vengono a trovarsi i trapassati dopo la morte: ognuno infatti, in base alle dottrine spiritiche, verrebbe a trovarsi in quell’ambiente che più è conforme alla sua evoluzione spirituale. Di qui io vari piani di esistenza – dimensioni – che vengono descritti, molto simili alcuni a quelli terreni, più elevati e sublimati altri.


Akaša
Nel giainismo è lo spazio, uno dei cinque elementi cosmici inanimati. Secondo alcune teorie occultistiche è una sorta di spazio psichico o di etere superfisico nel quale sono fissate le immagini di tutto ciò che avviene, è avvenuto e avverrà.


Anamnesi
Ricordo di tutta la propria vita che hanno spesso le persone in punto di morte e avrebbero gli spiriti dei defunti subito dopo il trapasso.


Angeli
Il termine deriva dal greco Aggelos e significa messaggero. Nella Bibbia l’angelo è l’intermediario fra cielo e terra, fra uomini e Dio, di cui Dio si serve per annunciare agli uomini la sua volontà e farla eseguire in terra. La presenza dell’angelo non è riscontrabile soltanto in ambito religioso: anche nella vita quotidiana delle persone normali si possono ritrovare interventi angelici. E non poche persone che sono state in punto di morte, si sono viste accanto una figura, le cui caratteristiche corrispondono a quelle tradizionali dell’angelo custode.


Anima
È il termine latino anima, che significa vento, principio vitale, emanazione. Indica in termini filosofoci il principio della vita e della coscienza.


Animismo
L’animismo rappresenta un momento del pensiero religioso umano, proprio delle popolazioni primitive, che attribuisce una vita (ovvero un’anima) a tutto, anche alle cose inanimate e ad ogni manifestazione della natura. In parapsicologia il termine ha un diverso significato: esso fu adottato alla fine dell’Ottocento per indicare un’interpretazione dei fenomeni diversa da quella spiritica. Secondo l’interpretazione animistica i fenomeni paranormali, anche quelli ottenuti nelle sedute medianiche, non sarebbero dovuti all’intervento di disincarnati (interpretazione spiritica) ma alla capacità dell’uomo, o meglio dell’anima umana, della psiche dei viventi.


Antroposofia
Dottrina filosofica fondata all’inizio del secolo scorso dal letterato tedesco Rudolf Steiner, il quale dopo aver aderito per anni al movimento teosofico se ne staccò per prendere vie sue. L’antroposofia è sostanzialmente affine alla teosofia, però si mantiene più vicina al cristianesimo. Crede nella reincarnazione, nella molteplicità dei “corpi” dell’uomo, da quello fisico a quello eterico, astrale, spirituale, e nell’evoluzione dell’individualità.


Apparizioni
Un’apparizione è, secondo la definizione di Andrei MacKenzie di Londra, «il presentarsi spontaneo di figure spettrali a persone che non sono medium (nel qual caso si tratterrebbe di materializzazione, ndr.) e che non hanno mai manifestato doti di sensitività. Queste apparizioni, che comunemente chiamiamo fantasmi, possono essere figure umane o anche di animali, come si è verificato in vari casi». Le manifestazioni di fantasmi sono di vario tipo: ci sono quelli che si materializzano durante le sedute medianiche e di cui esistano molte fotografie ad infrarossi, e quelli che appaiono in quanto sembrano legati ad un determinato ambiente e qui ritornano per anni e anni. L’apparizione resta in ogni caso uno dei misteri maggiori di tutta la casistica paranormale.


Apporto
Col termine apporto si intende la comparsa improvvisa di oggetti (anche appartenenti al mondo vegetale) nella stanza dove il medium sta facendo una seduta. L’asporto è il fenomeno inverso: gli oggetti spariscono dalla stanza in cui sono contenuti.


Bilocazione
Come dice il termine stesso, la bilocazione consiste nella presenza della stessa persona in due luoghi diversi, in entrambi dei quali viene vista nello stesso momento.


Codice genetico
Sequenza di codoni contenenti le informazioni genetiche del gene e determinanti la sequenza degli aminoacidi che originano le proteine in base alla lettura dei codoni stessi.


Comunicazione medianica
Durante le sedute spiritiche si manifestano attraverso i medium «personalità» che spesso trasmettono messaggi: attraverso la scrittura, la voce stessa del medium, il tavolino, la panchette. I messaggi possono essere di vario tipo: si va dalle comunicazioni personali per i presenti, alle prove di identificazione, alle profezie, agli insegnamenti di tipo filosofico e morale di carattere generale.


Conscio
1. Che ha coscienza o conoscenza di q.c.: essere consci dei propri limiti; sono conscio dell’importanza dell’incarico. SIN. Consapevole.
2. Presente alla coscienza: contenuto mentale conscio. Nella psicoanalisi, divisione della psiche che comprende quelle parti della vita mentale di cui la persona è momentaneamente consapevole.


Cosmogonico
Attinente alla cosmogonia: teoria cosmogonica.
1. Complesso delle teorie scientifiche sull’origine dell’universo.
2. Dottrina filosofica che intende esporre l’origine e la formazione del mondo facendo ricorso più al mito che alla scienza.


Disincarnato
In linguaggio spiritico, si intende con questo termine lo spirito liberato dal corpo terreno. «Incarnato» sarebbe invece lo spirito che vive sulla terra dentro un corpo.


Doppio
È detto “doppio” eterico, o astrale, una specie di copia del corpo umano, che nei fenomeni di sdoppiamento (o esperienza fuori dal corpo) si separa da esso e conduce vita propria, essendo portatore della coscienza, della memoria, della volontà.


Ectoplasma
Sostanza biancastra, luminosa e mobilissima che nelle sedute spiritiche dalla bocca del medium e sembra responsabile dei fenomeni di materializzazione e apporto. L’ectoplasma è sensibile alla luce, che esercita su di esso un effetto disgregante e ha un carattere intelligente: si muove, si aggrega fino a formare forme e figure, si ritrae se si cerca di toccarlo e rientra infine nel corpo del medium senza lasciare alcuna traccia.


Empatia
Il termine indica le capacità di unirsi all’altro, sentendone, comprendendone e facendone proprie le esigenze. È un mettersi in sintonia col prossimo attraverso l’intuizione e l’amore. È quindi qualcosa di più di comprendere e partecipare: è una vera e propria identificazione, con tutto ciò che essa comporta.


Entità
Termine generale con cui si indicano le personalità che intervengono nelle sedute medianiche, manifestandosi attraverso il medium.


Erma
Nell’antica Grecia, pilastro rettangolare, posto ai crocicchi, terminante superiormente con la raffigurazione scolpita di una testa umana che in origine era quella del Dio Ermete | Attualmente, qualsiasi statua a mezzo busto posta su pilastro.


Escatologia
Dal greco eschatos = ultimo e logos = discorso: è il discorso sui fini ultimi del cosmo, dell’umanità e del singolo. Quando si parla di concezione escatologica si intende dunque una visione finalistica dell’universo e dell’umanità: evoluzione orientata verso un determinato fine, in base ad un progetto che si rende evidente a chi sa vedere.


Esorcismo
Insieme di riti, preghiere e formule usato dalla Chiesa cattolica per liberare gli indemoniati da colui che li possiede. L’esorcismo è in realtà un comando dato al demonio in nome di Dio, perché si allontani dalla persona sulla quale esercita il suo potere malefico inducendola a gesti e comportamenti estranei alla sua natura. Esorcista: è colui che pratica l’esorcismo.


ESP
Sigla derivante dall’inglese extrasensory perception = percezione extra sensoriale.


Esperienza fuori dal corpo
Al fenomeno dell’uscita dal corpo sono state date diverse denominazioni: sdoppiamento, esperienza extrasomatica, proiezione astrale, bilocazione. In questi anni ci si è orientati sul termine OBE (dall’inglese out-of-body experience, che significa esperienza fuori dal corpo). Ritroviamo questo fenomeno presso tutte le tradizioni, le culture, le religioni di tutti i tempi. Esso presuppone l’esistenza di un «corpo sottile» ed è quindi legato a un concetto duale dell’uomo: corpo e spirito.


Genesi
Origine, nascita: genesi dell’uomo, della lingua, del diritto | Genesi del mondo.


Geomanzia
Antichissima pratica divinatoria; prende il nome dal greco geo = terra e consiste nel tracciare in terra dei segni e nel gettare su questi dei grani, o dei sassi, traendone le informazioni chiaroveggenti o precognitive.


Grafologia
Dal greco graphein=scrivere, indica lo studio della scrittura. Si basa sul presupposto che nello scrivere la persona si esprime interamente, rendendo quindi possibile l’analisi del suo carattere attraverso lo studio dei segni grafici.


Guru
Parola sanscrita il cui significato di base è quello di “padre spirituale”, “maestro spirituale”.


Ipnosi
È un sonno artificiale indotto, o autoindotto, per suggestione, attraverso la monotonia della parola o fissando qualcosa di lucente.


Karma
Termine sanscrito (karman = azione) che nel contesto religioso indiano è passato a significare l’effetto delle azioni che si sono compiute nella vita e le conseguenze che da esse derivano e che si esprimeranno nelle esistenze successive. In un certo senso la legge del karma ricorda quella di causa ed effetto: nelle successive reincarnazioni, il destino umano è determinato dalle azioni compiute precedentemente, allo scopo di maggiormente perfezionarsi e di raggiungere un sempre più alto grado di evoluzione. Il karma è quindi una legge universale che fa sì che ogni vita sia l’esatta conseguenza di quella che l’ha preceduta.


Levitazione
È il fenomeno paranormale più sconcertante, perché in netto contrasto con la forza di gravità. Consiste nel sollevare e mantenere sospeso in aria o nel vuoto un corpo materiale. Può riferirsi a persone o cose ed è riportato nell’agiografia cattolica, presso i popoli primitivi e anche nel caso di medium e sensitivi.


Materializzazione
Fenomeno osservato nel corso delle sedute medianiche, consistente nella formazione di figure umane (intere o parziali), oppure anche di oggetti che prima non esistevano.


Meditazione
Antichissima pratica propria soprattutto di discipline orientali quali Yoga e Zen, oggi riproposta in Occidente a scopi anche terapeutici, in quanto attraverso essa è possibile ritrovare l’equilibrio interiore e un rapporto armonico col mondo circostante.


Medium-medianità
Il termine deriva dal latino medium = mezzo, e indica appunto il «mezzo» attraverso il quale, in base all’ipotesi spiritica, gli spiriti possono manifestarsi e comunicare coi viventi. Medium è colui attraverso il quale avvengono i fenomeni, medianità la facoltà che lo fa essere tale. Il medium opera per lo più in trance, o comunque in stato alterato di coscienza.


Metapsichica
Termine coniato, sulla falsariga della parola metafisica, dal ricercatore francese Charles Richet all’inizio del Novecento, per indicare i fenomeni psichici e fisici di tipo paranormale. Significa letteralmente al di là (meta) della psiche (psyché=anima); in altre parole tutto ciò che oltrepassa la psicologia tradizionale.


Ontogenetico
Da ontogenesi: il complesso delle fasi successive di sviluppo nel ciclo vitale di un organismo.


Ontologico
Che concerne o interessa l’essere in quanto tale.


Paranormologia
Significa “studio del paranormale” ed è stato coniato dal prof. Andreas Resch, sacerdote redentorista e parapsicologo, docente di “Psicologia clinica e Paranormologia” all’Accademia Alfonsiniana di Roma, che fa parte della Pontificia Università Lateranense.


Parapsicologia
Il termine deriva dalla parola “psicologia” preceduta dal prefisso para, che significa in greco “vicino a”, “accanto”, e indica fenomeni che avvengono a fianco, a margine della psicologia. Il termine parapsicologia, che peraltro esiste fin dall’Ottocento, fu ufficialmente adottato dalla comunità dei ricercatori nel 1953 al Congresso Internazionale di Utrecht, Congresso segnò una tappa importante per la ricerca psichica e coincise anche con l’istituzione della cattedra di parapsicologia presso la locale università.


Percezione extra sensoriale
In sigla: ESP, dall’inglese extrasensory perception, e il termine suggerito dallo psicologo americano J.B.Rhine per indicare globalmente la fenomenologia paranormale di tipo cognitivo, cioè la telepatia, la chiaroveggenza e la precognizione.


Panchette
Piccolo strumento ideato in Francia, utilizzato per produrre scritture automatiche: è sostanzialmente un minuscolo “tavolino” fatto a triangolo con tre gambe, due delle quali posano su rotelline mentre la terza è costituita da una matita. Il medium pone la mano sul piccolo strumento e lo fa muovere formando così parole e frasi.


Poltergeist
Il termine significa in tedesco “spirito che fa chiasso” o “spirito burlone”, e indica uno dei fenomeni più strani e sconcertanti di cui si occupi la parapsicologia: improvvisamente e senza alcun motivo apparente, in una casa si cominciano a sentire colpi contro i mobili e le pareti; porte, finestre e armadi accuratamente chiusi si aprono da soli, piovono sassi da non si sa da dove, le suppellettili si spostano senza che nessuno le tocchi facendo anche salti di parecchi metri, e la cosa curiosa è che spesso gli oggetti fragili non si rompono mentre quelli solidi vanno in pezzi.


Prana
In sanscrito significa vento, spirito, respiro, vitalità. Indica l’energia cosmica che attraverso la respirazione entra nel corpo umano e lo compenetra.


Pranoterapia
Deriva dall’indiano prana=forza vitale primordiale, e indica l’azione terapeutica dei guaritori.


Precognizione
È la conoscenza anticipata di eventi che ancora non esistono, che si realizzeranno solo in seguito e di cui, nel presente, non esistono le premesse.


Premonizione
È una precognizione che si presente col carattere di avvertimento, così che talora è possibile evitare il fatto enunciato; può presentarsi sotto forma di sogno (anche simbolico), di visione, di sensazione o anche di “segno” tipico e ricorrente (per esempio orologio che si arresta inespiegabilmente e a breve viene a mancare qualcuno in famiglia).


PSI
In sigla indica tutto ciò che ha a che vedere col paranormale.


Psicocinesi
Deriva dal greco psyché = anima e kinèsis = movimento e indica l’azione della mente sulla materia. I fenomeni psicocinetici sono molto ampi, vari e antichi: essi comprendono gli spostamenti di oggetti che avvengono nei casi di poltergeist, i movimenti del tavolo, le levitazioni e tutti gli altri fenomeni fisici prodotti dai medium.


Psiche
Complesso delle funzioni psicologiche che assume significati diversi nelle varie teorie.


Psichico
1. Attinente alla psiche: depressione psichica; fenomeno psichico; trauma psichico | Fatto, processo psichico, non fisico, ma reale nella coscienza individuale.
2. (est.) Relativo a manifestazioni psicologiche paranormali.


Psicofonia
La psicofonia, o registrazione su nastro di “voci” di origine sconosciuta, è un fenomeno modernissimo, in quanto per manifestarsi ha bisogno di un registratore; tuttavia nella sostanza ricorda molto da vicino il familiare “tavolino” intorno al quale ci si riuniva per evocare gli spiriti.


Psicometria
È la capacità propria di certi sensitivi di captare da un oggetto la sua storia o quella delle persone cui è appartenuto.


Raps
Si tratta del plurale della parola inglese rap=colpo, e indica in parapsicologia quei colpi che possono essere uditi durante le sedute medianiche o i fenomeni di poltergeist, e che sembrano prodursi all’interno dei tavoli, dei muri e dei mobili stessi.


Reincarnazione
La dottrina della reincarnazione insegna che non si vive una sola vita ma molte, che cioè “si prende di nuovo un corpo” fino al raggiungimento di determinati scopi. La reincarnazione come dottrina religiosa è diffusa soprattutto in Oriente e trova in India la sua più ampia e profonda espressione filosofica nei Veda, nelle Upanishad e nella Bhagavad-gita. In quest’ultima opera si trova una definizione molto chiara e compiuta della reincarnazione: «…Come si abbandonano gli abiti vecchi per indossarne dei nuovi, così l’anima lascia i corpi usati per rivestirne dei nuovi…». Scopo delle molte vite è quello di purificarsi e fare esperienze, ai fini dell’evoluzione e secondo le leggi del karma.


Seduta medianica
Riunione di persone attorno a un medium di cui si desiderano controllare le doti e assistere ai fenomeni. I partecipanti alla seduta devono costituire un gruppo armonico a ben affiatato, in grado di aiutare il medium nella estrinsecazione delle sue facoltà.


Smaterializzazione
Alla materializzazione corrisponde la smaterializzazione, ovvero la disgregazione della materia che costituiva l’oggetto che si è smaterializzato: la forma materializzata perde la sua struttura e ritorna allo stato di energia, la quale a sua volta viene assorbita dal medium, per poi rimaterializzarsi in altro luogo e con la stessa forma.


Spiritismo
Movimento sviluppatosi negli Stati Uniti a partire dal 1848. Esso si basa sul presupposto che la sopravvivenza alla morte del corpo sia una realtà e che, attraverso medium e tecniche varie, sia possibile comunicare con i trapassati. La ricerca parapsicologica è nata in pratica dallo spiritismo: furono infatti i fenomeni inspiegabili prodotti dai medium a suscitare l’interesse di scienziati e ricercatori e a promuovere la ricerca sia su questi stessi fenomeni che sulle percezioni extrasensoriali.


Spirito
Tutte le religioni intendono con questo termine il principio immortale e immateriale che presiede alla vita umana, latore della coscienza e capace di valutazioni morali: la scintilla divina destinata a sopravvivere alla morte del corpo e a continuare ad esistere in una dimensione diversa e superiore.


Spirito-guida
Nel linguaggio spiritico è l’entità che nelle sedute medianiche prende il controllo del medium. In un certo senso lo aiuta e lo protegge: una specie di suo angelo custode. In base a certe teorie, ognuno di noi avrebbe uno spirito-guida, di cui sarebbe possibile sentire la voce ascoltandosi dentro. La sua voce è assimilabile a quella della coscienza.


Spiritualismo
Deriva del termine inglese spiritualism (che significa sia spiritismo che spiritualismo) e indica da noi l’insieme di dottrine religiose e morali legate allo spiritismo: fede nell’esistenza di Dio, nella sopravvivenza dell’anima, nella possibilità di entrare in contatto col mondo dei trapassati attraverso il medium. Presuppone, quindi, anche un comportamento etico adeguato al contenuto, spesso elevato, dei messaggi medianici.


Tavolino – Termine tecnico: Tiptologia
È uno dei modo attraverso cui vengono trasmessi i messaggi medianici. Il termine deriva dal greco typtein=battere e logos=discorso, e significa quindi conversazione attraverso i battiti. I battiti sono quelli scanditi dal tavolino oppure quelli scaturiti dai mobili o dalle pareti. In genere “a” corrisponde a un colpo, “b” a due colpi, e così via.


Telescrittura
È la pratica del bicchierino e del cartellone e che funziona in questo modo: alcune persone si riuniscono intorno a un cartellone con su scritte le lettere dell’alfabeto, qualche numero e qualche segno convenzionale; ognuno posa il dito sul bicchierino, il quale in genere dopo qualche minuto di concentrazione dei presenti comincia a muoversi andando da una lettera all’altra e formando parole e frasi.


Teosofia
Movimento fondato nell’Ottocento dalla medium e occultista russa Elena P.Blavatsky, che ricevette da un gruppo di maestri orientali quella che chiamò la “dottrina segreta”, ovvero l’insegnamento che sta alla base di tutte le grandi religioni. In realtà la teosofia risente molto della religione induista, crede nel karma, nella reincarnazione e nella ruota delle esistenze fino alla liberazione finale.


Trascendenza
È la dimensione che trascende il mondo dei cinque sensi, dello spazio-tempo, la dimensione del divino, di ciò che in termini filosofici e religiosi definiamo aldilà.


Trance
Termine inglese che indica lo stato psicofisico proprio dei medium durante le loro sedute. Sostanzialmente analoga al sonnambulismo e al sonno ipnotico, la trance è per lo più autoindotta dal medium mediante tecniche di concentrazione ed è simile a un sonno vero e proprio durante il quale il soggetto non avverte niente di quello che avviene intorno a lui e attraverso di lui. In questo stato si producono i fenomeni tipici della medianità e gli spiriti dei trapassati comunicano coi viventi servendosi del corpo del medium (trance a incorporazione). La trance più essere “grande”, con perdita totale di coscienza, e “piccola”, con uno stato di coscienza alterato: le manifestazioni del medium sono però sostanzialmente le stesse in entrambi i casi.


Veggente – Veggenza
Veggente è colui che possiede una sorta di doppia vista, che è cioè capace di vedere l’invisibile. Il termine è praticamente sinonimo di chiaroveggente.


Voce diretta
È uno dei fenomeni più straordinari che possono prodursi nelle sedute medianiche. Si tratta di voci indipendenti dal medium, che scaturiscono in vari punti della stanza e parlano ai presenti, usando a volte anche lingue che il medium non conosce.


Bibliografia
Per la compilazione del presente Vocabolario è stata consultato il Dizionario del Mistero di Paola Giovetti – Ediz. Mediterranee di Roma.