Roberto Buscaioli

Posted By Admin on Gen 7, 2017 | 0 comments


 

Roberto Buscaioli nasce nel cuore della Romagna, a Russi (RA). Dopo gli studi, si trasferisce a Ravenna dove intraprende una rapida e fortunata carriera dirigenziale presso una società petrolifera di rilevanza internazionale.

LE SUE DOTI
Le doti di sensitivo sono evidenti in Roberto Buscaioli fin da bambino. Forse proprio per questo, egli vive con naturalezza ognuno degli inconsueti episodi che via via negli anni gli si presentano, evitando di approfondire le ragioni e la natura del suo essere “speciale” e conducendo, così, una vita normale e serena. E’ dal 1980, dopo l’improvvisa scomparsa del figlio Andrea, che le sue doti medianiche si acuiscono probabilmente anche in seguito alla seria e rigorosa ricerca umanistica ed esistenziale che, da quel momento, intraprende attraverso la sperimentazione paranormale.

IL SUO APPROCCIO UMANISTICO
Nonostante le esperienze di Buscaioli siano caratterizzate da numerosi ed importanti fenomeni paranormali, la sua attività di ricerca si è fin dall’inizio improntata al superamento del fenomeno di per se stesso per privilegiare, invece, una filosofia di lavoro di tipo umanistico, tesa soprattutto all’individuazione delle più grandi risposte sul perché della vita e del dolore umano. La sua scoperta in prima persona dell’aldilà, dunque, rappresenta non tanto e non solo una realtà di cui essere testimone nel mondo quanto, piuttosto, un prezioso punto di partenza per indagare sull’origine e sul destino dell’uomo e sulle leggi universali ancora celate alla conoscenza umana.

IL SUO METODO DI INDAGINE
Pur nella consapevolezza che l’ambito d’indagine della sua ricerca non si presta al metodo scientifico, Buscaioli da sempre si è preoccupato di applicare ad essa un approccio, quanto meno, razionale. Per questo motivo, le conoscenze derivanti dalle sue sperimentazioni sono sempre vagliate alla luce di una analisi critica che tenga conto delle conoscenze già acquisiste dall’uomo nei vari campi del sapere.
Inoltre, per conferire il maggior rigore possibile alla sua ricerca, egli non si limita a confrontare le proprie conoscenze con la teologia, la filosofica, l’antropologia, la psicologia, la scienza, ecc. ma, via via che il suo “sapere” si amplifica, si preoccupa di verificarne la coerenza interna, al fine di disporre di un sistema di conoscenza che, se anche in continuo divenire, sia costruito su basi logiche.

LA SUA FENOMENOLOGIA
La fenomenologia di Roberto Buscaioli non è da ascrivere ai soli momenti di seduta medianica: egli, infatti, compie viaggi astrali, vive esperienze dirette in altre dimensioni e, anche fuori trance, sperimenta fenomeni di veggenza, di chiaroudienza ecc. Il cuore della sua fenomenologia, tuttavia, è la trance ad incorporazione, grazie alla quale durante le sue sedute medianiche gli astanti possono dialogare, non solo con i propri cari scomparsi, ma anche con Entità guida di grande levatura e, a volte, con grandi personaggi della storia.
Durante le sedute medianiche, ma non solo, Roberto Buscaioli ha avuto altri fenomeni di grande medianità come apporti (materializzazioni di oggetti), smaterializzazioni di oggetti, ritrovati poi presso le persone alle quali erano destinati (distanti anche migliaia di chilometri, persino in India), levitazioni, voci dirette, bilocazione, visione di persone trapassate descritte con dovizia di particolari ai parenti, ecc.
Un episodio particolarmente interessante di bilocazione si manifestò a due amici di Buscaioli sul Lago di Lesina, alla casa di caccia del Dr. Olimpio Grandi dove, con l’amico Gianfranco Bazzini, il Dr. Grandi si era recato per trascorrere un fine settimana di caccia. La sera del sabato, mentre a Ravenna si stava svolgendo una seduta medianica alla presenza di diverse persone, i due amici, seduti davanti al fuoco, videro Buscaioli dal vetro della finestra sostare fuori dalla casa. Convinti che l’amico li avesse raggiunti uscirono festanti per accoglierlo ma non ne trovarono traccia fino a quando, qualche minuto dopo, tornati alla calma e risistematisi davanti al camino, lo rividero per pochi secondi in piedi davanti a loro.

LE CERTIFICAZIONI
Studiosi e giornalisti hanno potuto certificare le doti di Roberto Buscaioli partecipando alle sue sedute. Fra le più rigorose verifiche che essi hanno avuto la possibilità di effettuare vanno sicuramente ricordati gli apporti che ognuno, di volta in volta destinatario, ha ricevuto nelle sue stesse mani osservandoli mentre si completavano o riconoscendo in essi uno stretto riferimento personale (come nel caso del Dr. Beverini, del Dr. Ferraro, della Dr.ssa Giovetti, del Dr. Romano della redazione di Misteri della RAI).
Gli stessi fenomeni, insieme alle voci dirette, allo spostamento di oggetti, ecc. sono comunque avvenuti sotto i riflettori di diverse televisioni a divulgazione nazionale – come RAI (Misteri, Uno Mattina), la TV tedesca (Colonia), la TV Svizzera (Lugano) e Videomusic – e a divulgazione regionale – come VCO Azzurra di Domodossola.

L’ASSOCIAZIONE CENACOLO 71
Nel 1981, Roberto Buscaioli costituisce un gruppo di ricerca, denominato Cenacolo 71, costituitosi poi, nel 1995, in Associazione con fini esclusivamente benefici e culturali.
Fin dall’inizio, le riunioni quindicinali con persone sofferenti e con persone desiderose di approfondire i temi relativi al rapporto fra spiritualità e materia costituiscono il centro dell’attività del Cenacolo.
Inoltre, per rispondere alle richieste sempre più pressanti del pubblico, Buscaioli e il suo gruppo accettano di presenziare a diversi incontri e convegni organizzati in diverse città.
Fra le attività del Cenacolo, va sicuramente menzionata la produzione di un ampio materiale divulgativo, in gran parte firmato dallo stesso Buscaioli (Le opere del Cenacolo 71).

LE ATTIVITA’ DIVULGATIVE
L’attività di divulgazione di Roberto Buscaioli avviene attraverso diversi canali:

partecipazione a trasmissioni televisive a diffusione nazionale: TV tedesca di Colonia, TV Svizzera di Lugano, RAI (Misteri, Uno Mattina, Dove sono i Pirenei)) Canale 5, Videomusic, Rete 4; e a diffusione regionale: Teleregione di Roma, Teleregione di Bari, Canale 58 di Terni, VCO Azzurra di Domodossola;
partecipazione a convegni nazionali ed internazionali;
pubblicazioni del Cenacolo 71 – a oggi (giugno 2001) sono 25 le opere scritte da Roberto Buscaioli e pubblicate in proprio – tra le quali, per citarne alcune, “Sulle Orme di Cristo”, “Oltre i confini del mondo”, “A spasso con l’anima” ecc.;
libri in libreria: “Dal visibile all’invisibile” e “Vita ed esperienza di un medium – Oltre le nubi”, scritti da Roberto Buscaioli e pubblicati dalle Edizioni Mediterranee – Roma.

Commiato: Roberto è ritornato alla dimensione dello spirito il 21 Agosto 2008 . Lui insieme al Pope ci hanno lasciato un bagaglio di conoscenze unico ed incredibilmente vasto. Cercheremo di portare degnamente la loro testimonianza alle persone che incontreremo sul nostro cammino.

Grazie Roberto

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*